20080130

A me mi piacciono le androidi




A me mi piacciono le androidi, perché sono sempre molto belle. E anche intelligenti. I modelli da combattimento un pò violenti, forse, ma quelli da compagnia molto meno. Le androidi non hanno esigenze che non siano la mia felicità. La loro memoria è grande, così come la loro tolleranza. Le androidi non hanno anima e non mi amano. Ma me lo fanno credere. A me basta. Sono io che le amo. Io le investo del mio amore, perché amarle è semplice. Io sono pigro. Io le amo anche se so che non lo capiscono. Io, chiuso in me stesso, amo me stesso nel loro corpo, come un dio che ama il figlio fatto a sua immagine e somiglianza, ma che non lo può capire. E infine neppure esaudire. Le androidi mi tengono per mano e non tentennano, non hanno paura che le abbandoni, e io lo so ma preferisco nascondermelo. Nascondo la testa sotto la sabbia, e me ne compiaccio, perché vivere è un momento e scelgo come farlo. Da codardo, vile, pusillanime, perché no? A me bastano le androidi, che dopo ogni mio peccato non vedono la colpa. Sono la mia ancora di salvezza, le mie amiche e le mie amanti. 

2 commenti:

Jo ianua ha detto...

WOW...un blog creato appositamente per rispondere ad una mia domanda!!!
Ho i miei sospetti, ma giochiamo pure...

Mu ha detto...

Ehm, giochiamo sì. Anche se non so a che gioco